Aperte le iscrizioni ai “Seminari esperienziali di facilitazione alla comunicazione emozionale a scuola” | Seminari per docenti Anno 2018-19 Autorizzati Miur


I corsi consistono  in un lavoro esperienziale di gruppo ( di dieci ad un massimo di sedici) integrato da alcuni momenti teorici

 

DESTINATARI

Si rivolgono agli insegnanti di tutti gli ordini e gradi, dalla scuola d’infanzia fino alle scuole secondarie superiori

 

PREMESSA

Nella scuola si studiano tante discipline, si forniscono agli studenti tante nozioni e conoscenze ma c’è poca attenzione – se non quella affidata alla sensibilità dei singoli insegnanti – per un aspetto importante della loro vita: il riconoscimento e la considerazione delle loro emozioni e stati d’animo.

È proprio questa debole attenzione agli aspetti affettivi/emozionali della relazione insegnante/alunni a rappresentare uno dei principali ostacoli al passaggio delle conoscenze. Gli studi psicologici e neuroscientifici più recenti ci dicono che pensiero ed emozioni non sono in contrasto, anzi è dal loro incontro e dalla loro integrazione che scaturisce l’interesse per la conoscenza – non si dà apprendimento senza partecipazione emotiva – e vengono ad essere poste le condizioni per la definizione di personalità mature in grado di orientarsi efficacemente e creativamente nel mondo scoprendo la propria strada e vocazione.
Riteniamo pertanto che uno dei presupposti indispensabili per una buona scuola sia costituito da un’impostazione pedagogica attenta non semplicemente agli aspetti più propriamente cognitivi della persona – alla “testa” degli alunni – ma li riconosca come individui interi.

 

CHI SIAMO? LA S.I.A.R.


La S.I.A.R. (Società Italiana di Analisi Reichiana), nata nel 92 come società di psicoterapeuti a orientamento corporeo, dopo aver aperto una scuola di formazione per psicoterapeuti, propone corsi per la scuola nella convinzione che la miglior cura di futuri disagi parta dalla prevenzione.

La S.I.A.R. segue lo scopo di promuovere la ricerca nel campo della clinica e della prevenzione.
Il modello teorico della S.I.A.R. è un modello complesso, CORPOREO, RELAZIONALE, SISTEMICO e può costituire una buona chiave di lettura per guidare l’insegnante negli aspetti relazionali della sua pratica educativa.
E’ nel corpo che passa la comunicazione e si realizza l’intelligenza.
Come testimoniano gli studi di Reich, MacLean, Bateson, Gallese,Ammaniti, Damasio, Varela, Ferri. E’ nel coltivare le emozioni positive, l’empatia, il sentire, che si può appoggiare su basi solide lo sviluppo sano delle persone e il convivere civile, come denunciano gli scritti di Goleman, Rifkin e Capra.
Già nel 1952 Wilhelm Reich, pubblicando i risultati di una ricerca durata 25 anni  nel testo “I bambini del futuro”, affermava la necessità di un’opera di prevenzione a partire dalla gravidanza, nascita,primi anni di vita a sostegno della salute umana. E’ necessario educare genitori ed educatori perché ” le distorsioni strutturali del carattere dei genitori, dei medici, degli educatori vengono automaticamente trasmesse alle generazioni successive…solo genitori, infermieri, pediatri che non hanno perso le espressioni e le sensazioni organiche sono adatti”


LA S.I.A.R. PER LA SCUOLA


Presupposto indispensabile per una buona scuola è un’impostazione pedagogica attenta non solo agli aspetti propriamente cognitivi, ma alla persona nella sua interezza.
Il bambino prima, come il giovane poi, ha bisogno di sentire al suo fianco una presenza che sia in grado di ascoltarlo, che lo aiuti a canalizzare le sue energie e a realizzare la propria individuazione.

 

PROGRAMMA DEI CORSI

Il cuore della formazione è il percorso di lavoro corporeo esperienziale, previsto in ciascuno dei tre corsi, volto a favorire una maggiore attenzione ai processi emozionali e relazionali durante la funzione didattico/educativa, al fine di facilitare una comunicazione più empatica ed efficace tra tutti gli attori dell’esperienza scolastica.
Il presupposto è che una maggiore disponibilità e una presenza emozionale consapevole del docente, possano contribuire all’affermazione di un clima positivo e creativo all’interno del gruppo classe e stimolare negli studenti un atteggiamento di studio più responsabile e  partecipato.

Il laboratorio esperienziale è integrato da lezioni frontali teoriche.

Segue in un secondo momento una fase di approfondimento che consiste in supervisioni in gruppo su casi o episodi specifici portati dai docenti, tratti dalla loro esperienza professionale.

Il laboratori esperienziali di gruppo rivolti ai docenti sono articolati in una serie di esperienze corporee e di giochi relazionali, allo scopo di sperimentare in modo consapevole il proprio stile di comunicazione.  A completamento è previsto un momento di verbalizzazione teso a una riflessione condivisa sui significati dei propri vissuti, in riferimento alla propria funzione professionale.

Le lezioni frontali sono articolate differentemente a seconda dei corsi.

 

Scegli il tuo corso

 

Corso n 1

Facilitazione alla comunicazione emozionale a scuola

Oltre al laboratorio esperienziale corporeo e alle supervisioni saranno trattati i seguenti argomenti:
Il modello teorico della S.I.A.R.come strumento per leggere
i bisogni emozionali dei discenti e l’assetto relazionale del docente:

  • Fasi di sviluppo: intrauterina, oro labiale, muscolare, oculo-genitale.
  • Segni incisi sulla struttura caratteriale.
  • Livelli corporei ed aree cerebrali prevalenti nelle varie fasi.
  • Tratti caratteriali.
  • Interazioni relazionali di primo,secondo e terzo campo, individuare un “come” relazionale (accogliente/ strutturante)  adeguato ai differenti contesti.

Sono adeguati strumenti che aiutano l’insegnante nella lettura delle dinamiche relazionali in classe, dirigendo l’attenzione sia verso i bambini e i ragazzi, sia verso se stessi, allo scopo di individuare e sentire quale  posizione relazionale sia di volta in volta più adatto  assumere.

DOVE 

Corsi in via di attivazione:

Piemonte Torino

Lazio- Roma via Valadier 44

Abruzzo, Tortoreto (Te)

Il corso è attivabile a livello nazionale in qualsiasi regione un gruppo di docenti (almeno dieci anche provenienti da scuole diverse) ne faccia richiesta e sia disponibile un didatta della S.I.A.R.

 

COSTO DEL CORSO Euro 200 per docente utilizzando la Carta del docente

 

Corso n 2

Comunicazione emozionale in classe

Oltre al laboratorio esperienziale corporeo e alle supervisioni saranno trattati i seguenti argomenti:

I bisogni emozionali dei discenti, secondo il modello teorico della S.I.A.R,

la lettura del corpo, intendendo con essa la comunicazione che passa attraverso i canali non verbali, la comunicazione analogica, i neuroni specchio;

la posizione dell’insegnante nel gruppo classe: gli strumenti di comunicazione corporea a disposizione del docente;

il gruppo classe, tipi e tratti di carattere emergenti al suo interno.

DOVE

Corsi in via di attivazione:

Piemonte Trofarello

Lazio- Roma via Valadier 44

Il corso è attivabile a livello nazionale in qualsiasi regione un gruppo di docenti (almeno dieci anche provenienti da scuole diverse) ne faccia richiesta e sia disponibile un didatta della S.I.A.R.

COSTO DEL CORSO Euro 200 per docente utilizzando la Carta del docente

 

Corso n. 3

Educazione emozionale per contrastare alessitimia e bullismo

Oltre al laboratorio esperienziale corporeo e alle supervisioni saranno trattati i seguenti argomenti:

Modello teorico S.I.A.R.

Contrastare Alessitimia e bullismo

Facendo riferimento alla lezione delle neuroscienze si vedrà come l’educazione emozionale, assunta come metodologia pedagogica,  sia strumento adeguato di prevenzione del disagio giovanile.
Utilizzando i concetti di modernità liquida, furto del tempo, cervello tripartito (neocortex, rettiliano e limbico), comunicazione lineare ed analogica saranno trattati i seguenti temi:

  • Empatia per contastare l’alessitimia.Alessitimia è l’incapacità di riconoscere le proprie emozioni e di comunicarle verbalmente, un deficit della capacità di elaborare gli affetti sul piano sia cognitivo sia esperienziale.Alessitimia,  il non avere le parole per descrivere il proprio sentire, forzando e ampliando il senso del termine, è  anche non essere in grado di stabilire un dialogo, di avere difficoltà nella comprensione dell’Altro e di Sè.La risposta educativa a contrastare l’alessitimia sta nel restituire il tempo affettivo alle relazioni, in modo da sviluppare fin dagli anni formativi l’empatia.Consapevolezza delle proprie emozioni ed empatia procedono di pari passo.
  • Empatia per contastare il bullismo.

Quando nella relazione mancano l’ascolto,  la restituzione e il riconoscimento empatico, si afferma una dinamica di sopraffazione, in cui la comunicazione si struttura nella forma disfunzionale: vittima e aggressore. La vittima è a rischio depressione, il bullo di condotta antisociale.
Vittima e bullo hanno punti in comune e si incontrano in una relazione disfunzionale per entrambi, dove il primo esprime il masochismo e l’altro il sadismo, hanno in comune la paura, le fragilità e  l’esperienza di essere non visti e non riconosciuti nella loro realtà profonda, in questo senso persone ab-usate.

DOVE

Corso in via di attivazione:

Piemonte città di Torino, riconosciuto USR Piemonte

COSTO DEL CORSO Euro 200 per docente utilizzando la Carta del docente

Attenzione! Promozionale gratuito

Il corso n 3 sarà attivato gratuitamente nelle seguenti regioni

  • Sicilia città di Catania
  • Toscana città di Pisa
  • Marche San Benedetto del Tronto

 

 

 PER INFORMAZIONI

 

A livello nazionale e per il Piemonte: dott.ssa Silvana Bragante  340/4750482

 

Lazio: dott. Marcello Mannella, 368/7678971

 

Abruzzo e Marche: dott.ssa Rosanna Basili, 347/8037139

 

Sicilia: dott.ssa Antonella Messina, 3402936891

 

Toscana:dott.ssa Nicoletta Raffo; 3288154120

 

https://www.analisi-reichiana.it

Categories: Attività, Attività | Gruppi, Eventi/IniziativeTags: , , , , , , ,

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi