Home Post Specializzazione

 

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN ANALISI REICHIANA

2015

 

Il corso di specializzazione in analisi reichiana, rivolto a psicoterapeuti SIAR, inizia a marzo 2015 e si sviluppa con la seguente articolazione:

 

  1. Attività da svolgere individualmente con un supervisore SIAR.
  2. Attività da svolgere in gruppo presso la sede SIAR.

Il corso si fonda principalmente sulle supervisioni individuali e di gruppo, nella loro funzione didattico-analitica.

 

Fornisce agli psicoterapeuti "candidati analisti" gli strumenti utili per compiere un ulteriore percorso qualitativo: l’assunzione delle responsabilità che competono ad un analista, nel suo specifico ruolo, all’interno di un processo analitico co-partecipato.

 

Il termine per l’iscrizione è il 28 febbraio 2015.

 
 

A) - ATTIVITÀ DA SVOLGERE INDIVIDUALMENTE CON UN SUPERVISORE SIAR.

 

Ciascun allievo analista individua un supervisore SIAR tra quelli elencati nell’allegato A, con cui condurre n.16 (di 45’) supervisioni individuali sul/sui caso/i che sta seguendo.

 

Indicativamente, tali supervisioni possono essere distribuite in un incontro di 1 ora e ½ al mese, per 8 mesi.

 

Il supervisore scelto svolge anche la funzione di riferimento per l’elaborazione scritta del/dei caso/i clinico/i da presentare e discutere al termine del corso.

 

B) - ATTIVITÀ DA SVOLGERE IN GRUPPO PRESSO LA SEDE SIAR.

 

Il corso si articola in 9 incontri a cadenza mensile dalle ore 9.30 alle ore 15.30, nelle seguenti date 2015:

 

  • sabato 7 marzo
  • sabato 11 aprile
  • sabato 9 maggio
  • sabato 6 giugno
  • sabato 12 settembre
  • sabato 10 ottobre
  • sabato 7 novembre
  • sabato 12 dicembre

 

I PRIMI 8 INCONTRI SI SVOLGONO CON IL SEGUENTE PROGRAMMA:

 

9.30 – 12.30 – Conduzione di Genovino Ferri

 

-     Supervisione analitico-clinica di un caso presentato a turno dai partecipanti;

 

-     individuazione ed esperienza dell’acting funzionale all’analista per l’analizzato;

 

-     approfondimento di un tema specifico emerso dal caso clinico presentato.

 

12.30 – 14.00 – Pausa pranzo

 

14.00 – 15.30 – Conduzione da parte di analisti didatti SIAR

 

Approfondimento delle seguenti tematiche strettamente connesse alla prassi analitico-terapeutica:

 

-     Interpretazione dei sogni. (marzo e aprile)

 

-     Psicoterapia e psicofarmacoterapia: quale dialogo? (maggio e giugno)

 

-     Momenti chiave di un’analisi. (settembre e ottobre)

 

-     Rischi professionali. (novembre e dicembre)

 

 

 

L’ultimo incontro, la cui data è prevista per il mese di gennaio 2016, si svolge con il seguente programma:

 

9.30 – 15.30 –  Ciascun candidato analista

 

  •             presenta e discute l’elaborazione scritta di un caso seguito in supervisione durante l’anno.


BREVE PRESENTAZIONE DELLE TEMATICHE DI APPROFONDIMENTO

 

 

INTERPRETAZIONE DEI SOGNI.

 

Conducono Marina Pompei e Giovanna Reggio d’Aci

 

Il lavoro si svolge su sogni portati dagli allievi.

 

Tale materiale onirico viene presentato ed elaborato con il supporto e il coordinamento del conduttore.

 

 

 

PSICOTERAPIA E PSICOFARMACOTERAPIA: QUALE DIALOGO?

 

Conduce Genovino Ferri

 

Si indicano di seguito i punti che verranno sviluppati:

 

-      Analisi reichiana e psicofarmaci

 

 

-      Neuromediatori e NA DA 5HT

 

-      Neuromediatori e freccia del tempo

 

-      Neuromediatori e 7 livelli-3 cervelli

 

-      Neuromediatori e aree cerebrali

 

-      Neuromediatori e relazione analitica

 

-      Neuromediatori e actings VGT

 

-      Neuromediatori e psicofarmaci

 

 

 

-      Soggettività e psicofarmaci

 

 

 

-      Neurolettici tipici

 

-      Neurolettici atipici

 

-      Stabilizzanti

 

-      Antidepressivi (tipi e di 1 o 2 campo)

 

-      Ansiolitici

 

-      Associazioni psicofarmacologiche

 

 

 

-      Quale lettura in psicoterapia verbale e corporea?

 

 

 

-      Dosaggi e carattere

 

-      L’effetto placebo

 

-      I tempi di trattamento nel setting

 

 

 

-      Psichiatra e psicoterapeuta quale relazione?


 

MOMENTI CHIAVE DI UN’ANALISI.

 

Conduce Aldo Gentile

 

Il lavoro si svolge utilizzando problematiche tratte da esperienze reali vissute dagli allievi nella loro pratica terapeutica, tenendo presente principalmente la posizione dell’analista.

 

L’oggetto di elaborazione si focalizza, quindi, su quei punti e momenti critici e delicati che si possono presentare all’interno di un percorso analitico:

 

-       Inizio e conclusione di un’analisi.

 

-       Momenti di empasse quali: stasi, interruzioni, sospensioni, ritardi, silenzi, aggressività, difficoltà di rapporto da parte dell’analizzato e dell’analista.

 

 

RISCHI PROFESSIONALI (alcuni temi possibili).

 

Conduce Edoardo Pera

 

-       Il setting nella modernità “liquida”.

 

-       Fra rigida ortodossia (“psicoteologia”) e insalata terapeutica (setting “liquido”).

 

-       Assenza/errata diagnosi.

 

-       Inappropriatezze controtransferali e di actings.

 

-       Assenza di metacomunicazione e di supervisione.

 

-       Il bisogno di lavoro (denaro, conferma) e il setting.

 

-       Rischi relazionali nel setting: innamoramenti, triangolazioni e trappole narcisistiche, acting-out, stalking, rischio suicidario, denunce penali.

 

-       Il progetto ideale e il progetto reale.

 

-       Il carattere dell’analista e i suoi limiti.

 

-       Il fuori regola del setting.

 

.


 

 

ALLEGATO A

 

 

ELENCO DEI SUPERVISORI SIAR DISPONIBILI NEL 2015.

 

 

 

Luisa Barbato

 

Aldo Gentile

 

Ines Mattalia

 

Edoardo Pera

 

Marina Pompei

 

Roberto Sassone

 

 
Copyright © 2017 Società Italiana di Analisi Reichiana - C.F. 97089770586 - P.IVA 05098331001
Sito realizzato con Joomla 1.5 sotto licenza GNU/GPL - Contatta il Webmaster